tutela Archive

Nessuno tocchi l’indicazione dello stabilimento di produzione sull’etichetta dei prodotti

Oltre a continuare a raccogliere le firme dei cittadini (ad oggi oltre 19.000), abbiamo inviato la petizione anche ai marchi della Grande Distribuzione Italiana (Coop, Conad, Selex, Esselunga, Eurospin, Lidl, Sigma, Pam Panorama, Auchan, Carrefour, Crai, Despar, Sisa, Simply, ecc…), per chiedere loro il sostegno e l’impegno a continuare a scrivere sull’etichetta lo stabilimento di produzione e possibilmente

Campania: cibi scaduti e con parassiti. Maxisequestro dei Nas.

Importante attività di controllo in questi giorni da parte dei Nas in Campania per tutelare la salute dei consumatori. Circa 36 tonnellate di alimenti vari, tra i quali quasi 6 tonnellate di prodotti ittici per un valore di circa 2 milioni di euro, in pessimo stato di conservazione e invasi da parassiti, sono stati sequestrati

Prodotti all’estero? Conoscere lo stabilimento di produzione dall’etichetta e’ quasi impossibile. Colpa della normativa europea.

SEI UN ITALIANO CHE VIVI ALL’ESTERO? RACCONTACI LA TUA ESPERIENZA. Un consumatore con il nickname “Su Pippu” ci scrive su Facebook: “Che tristezza, io vivo in Inghilterra e qui l’unica cosa che c’è scritta sui prodotti di presunta origine italiana è “Prodotto in Italia”. Propongo il gruppo “Io VORREI leggere l’etichetta (ma non posso)” per