Ti piace Io leggo l'etichetta? Clicca
  
Newsletter


Lo sapevate che i biscotti Realforno Lidl sono prodotti da Balocco?

I biscotti della linea Realforno venduti alla Lidl sono prodotti da Balocco. In questo caso l’unico modo per risalire al produttore è essere campioni di Memory, famoso gioco che richiede concentrazione e memoria in cui bisogna trovare le immagini uguali.

Biscotti Realforno della Lidl prodotti da Balocco

Questo perché sull’etichetta dei biscotti Realforno (nello specifico i frollini) non c’è scritto espressamente prodotto da Balocco ma troviamo solo la via dello stabilimento di produzione sito in Via Santa Lucia, 51 12045 Fossano (CN). E come possiamo vedere dal dettaglio dell’etichetta dei Gocciolotti Balocco Via Santa Lucia, 51 coincide con la via della sede e dello stabilimento dell’Azienda. Il decreto legislativo 109/92 disponde di comunicare al consumatore attraverso l’etichetta l’indirizzo dello stabilimento di produzione ma non necessariamente il nome del produttore, come nel nostro caso.  Ecco perché è importante segnarsi o, se si ha una buona memoria, memorizzarsi la via dello stabilimento di produzione dei prodotti acquistati. Successivamente, inserendo su Google la via dello stabilimento che ci interessa si potrà risalire abbastanza facilmente al nome del produttore.

Continuiamo a parlare dei biscotti e andiamo a vedere quali sono le differenze. Partiamo dagli ingredienti che ricordiamo sono scritti in ordine di quantità a partire dal più abbondante.

LISTA INGREDIENTI GOCCIOLOTTI BALOCCO: farina di frumento, margarina vegetale (olio vegetale non idrogenato – acqua), gocce di puro cioccolato 13,1% (zucchero – pasta di cacao – cacao magro in polvere – burro di cacao – emulsionante – lecitine di sonia) zucchero, burro, sciroppo di glucosio, agenti lievitanti: carbonato acido di ammonio, carbonato acido di sodio, tartrato monopotassico, sale, aromi. Può contenere tracce di frutta a guscio, arachidi e uova.

Dettaglio ingredienti e stabilimento

 

LISTA INGREDIENTI FROLLINI CON GOCCE DI PURO CIOCCOLATO REALFORNO – LIDL: farina di frumento, margarina vegetale (olio vegetale, acqua), gocce di puro cioccolato 13,1% (zucchero, massa di cacao, cacao magro in polvere, burro di cacao, emulsionante: lecitine di soia), zucchero, burro, sciroppo di glucosio, agenti lievitanti: carbonato acido di ammonio, carbonato acido di sodio, tartrato monopotassico; sale, amido di frumento, aroma naturale. Può contenere tracce di frutta a guscio, arachidi e uova.

Ora è il turno di chi è campione del gioco trova le differenze.  Vediamo. Nei biscotti Realfono la margarina vegetale risulta composta da olio vegetale (non è specificato se sia idrogenato o meno) mentre nei Gocciolotti Balocco la margharina vegetale risulta composta da olio vegetale non idrogenato (sul sito Balocco risulta scritta come sui Realforno – olio vegetale, acqua) poi sui Gocciolotti Balocco troviamo scritto pasta di cacao mentre sui Realforno massa di cacao e per finire nei Gocciolotti Balocco leggiamo sale e aromi mentre nel Realforno sale amido di frumento aroma naturale.

Ora andiamo a vedere le TABELLE NUTRIZIONALI

Tabelle nutrizionali

 

TABELLA NUTRIZIONALE GOCCIOLOTTI BALOCCO su 100 gr di prodotto: valore energetico 491 kcal, proteine 6,7 g, carboidrati 63,5 g di cui zuccheri 19,9 g, grassi 22,7 g di cui saturi 12,5 g, fibre alimentari 2,8 g, sodio 0,22 g

TABELLA NUTRIZIONALE FROLLINI CON GOCCE DI PURO CIOCCOLATO REALFORNO su 100 gr di prodotto: valore energetico 491 kcal, proteine 6,7 g, carboidrati 63,5 g di cui zuccheri 19,9 g, grassi 22,7g di cui acidi grassi saturi 12,5 g, fibre alimentari 2,8 g, sodio 0,22 g

Notate differenze? L’unica differenza è la dicitura dei grassi saturi nei Balocco che viene specificata come acidi grassi saturi nei Realforno ma i valori nutrizionali scritti sull’etichetta coincidono perfettamente, anche quelli sul singolo biscotto.

 

 

Visualizza gli scontrini

Finito? Ancora no. C’è una differenza consistente tra i due prodotti. Il prezzo. La confezione di 700 gr dei Gocciolotti Balocco acquistati nello stesso giorno dei Realforno presso un Supermercato Conad costavano 2,45 € (3,50 € al Kg) mentre i Realforno venduti a 400 metri dal Conad presso un punto vendita Lidl costavano 1,79 € ( ca 2,60 € al Kg) con una differenza di 0,66 centesimi sulla confezione e più di 1 € sul prezzo al Kg.

Precisazione: Balocco produce i biscotti per la prima colazione Realforno, ma Realforno essendo caratterizzata da una linea di prodotti ha anche altri produttori.

  • Marinella Wasserthener

    grazie,grazie di fare questi controlli sui prezzi “per me” e per tante persone che come me lavorano e ci manca il tempo di fare paragoni trà un supermercato e l’altro,che dire……continuate cosi’

  • kw jr

    Sappiate anche che quando capitano i cantuccini italiamo (sono offerte temporanee) sono prodotti da Sapori con ricetta che include più mandorle dell’originale.

  • Barbara

    Grazie per ques’altra informazione, vi seguo sempre e appena scopro qualcosa di analogo…… ve lo invio!!

  • silvana

    oggi ho scoperto che gli yogurt CONSILIA venduti presso i supoermercati a marchio Tigre vengono prodotti nello stesso stabilimento che produce yogurt a marchio Merano

  • Paolo Benetti

    Siete grandi! Questa proprio non la sapevo!

  • Marcella S.

    Li proverò. Apprezzo veramente tanto quello che state facendo. Avete tutto il mio appoggio e cercherò di aiutarvi nel migliore dei modi segnalandovi altri prodotti. Continuate così!

  • http://www.facebook.com/filippo.bertuzzi Filippo Bertuzzi

    Io la vedo molto piu’ semplice:con tutti quegli ingredienti di quale natura non si sa,non si fa prima a non consumare i biscotti e tutti gli altri alimenti elaborati che non fanno altro che diminuire il contenuto delle nostre tasche,diminuire la nostra salute,appesantire la digestione con sonnolenza postprandiale e aumentano il nostro giro vita?
    Lodevole questa iniziativa del confronto per il risparmio,ma lo ritengo superfluo,perchè prima di tutto dobbiamo guardare alla nostra salute che è in stretto collegamento con il nostro portafoglio.Quando siamo malati tutto costa molto di piu’!

  • rora

    anche le gocciole U! sono Balocco

  • Paolo

    Senza offesa, ma avete scoperto l’acqua calda… i Realforno LIDL sono uno dei tantissimi esempi nella grande distribuzione delle cosiddette “marche commerciali” o “private labels”, ovvero marchi generalmente di fantasia che non identificano il produttore ma il DISTRIBUTORE. TUTTI e dico TUTTI i prodotti che portano il marchio carrefour, auchan, esselunga, pam e di qualsiasi altra insegna distributiva (per banalizzare, del supermercato) sono prodotti in “partnership” da qualche azienda industriale che, contemporaneamente, vende nello stesso supermercato il proprio marchio. In molti casi, come in questo ovviamente, si tratta di prodotti molto molto simili, se non addirittura identici, nelle loro caratteristiche organolettiche (se si parla di food), proprio perchè sono prodotti dalle stesse industrie, negli stessi stabilimenti, utlizzando gli stessi macchinari. In questo caso mi lascio il beneficio del dubbio sul sapore, che secondo me potrebbe essere un pochettino differente.
    In ogni caso, è uno scandalo? c’è dietro una qualche congiura per fregare noi poveri consumatori? ASSOLUTAMENTE NO.
    Come si spiega allora, direte voi, il differenziale di prezzo, tra due prodotti molto molto simili.???
    Ciò che il consumatore medio non considera e che quindi voi non considerate è che nel prezzo dei Balocco (e di qualunque altro marchio industriale) sono incorporati tutti gli sforzi di marketing che fa l’azienda (banalmente la pubblicità) che, credetemi, è molto costosa ed impatta fortemente sui costi unitari di produzione (che sono la base per determinare il prezzo). Costi che invece per la marca commerciale non esistono, visto che non ha bisogno di essere pubblicizzata, essendo un tratto distintivo del distributore, perchè la marca commerciale la trovate solo presso il supermercato specifico ( i biscotti Carrefour da esselunga non ci sono ovviamente)….ecco duenque che quando si va a decidere il prezzo di un prodotto non pubblicizzato, il mini conto economico presenta una riga in meno, ovvero quella della pubblicità, con conseguente risparmio.
    Morale della storia: non c’è nessuno scandalo, possono sembrare gli stessi prodotti a livello “organico”, ma a livello economico no, perchè un biscotto pubblicizzato costa di più a livello di costo unitario di produzione rispetto ad uno non pubblicizzato.

    fonte: Laurea Specialistica in Marketing Management, lavoro presso un’azienda di distribuzione

  • Paola Giannelli

    Ecco perché i miei figli impazziscono per i biscotti della LIDL! WOW! Ora lo dico a tute le mie amiche mamme! Io mi trovo benissimo alla Lidl ma non conoscevo nel dettaglio questi aspetti. Avete avuto un’idea semplice e geniale sopratutto utile a tutti gli italiani in questo momento di crisi. meritate il meglio! Continuate così e continuare a segnalare prodotti LIDL che a me interessano molto! Ciao – Serena

  • marco

    Una cosa che secondo me chi cura questo bel sito dovrebbe approfondire è la questione della materia prima.
    C’è differenza, se, ad esempio, la lecitina di soia utilizzata proviene da fornitori diversi (magari uno non ogm, e l’altro si).

    quello che voglio dire è che oltre al marketing, bisogna capire che ci sono ingredienti e ingredienti che modificano il prezzo.
    Lo dico per esperienza personale in quanto ho lavorato in un industria alimentare.

  • francesco

    Grazie a tutti per le info. Si sapeva da tempo questa cosa però andarti a vedere la via di ogni stabilimento è abbastanza noiosa come cosa quindi grazie che lo fate per noi.
    Voci di corridoio (che generalmente sono sempre false!) sostenevano che le marche che costavano di meno, acquistavano si i prodotti dagli stabilimenti delle marche conosciute ma che questi abbassavano la qualità degli ingredienti e quindi riuscivano a venderlo a prezzo più basso. Questo per evitare di lasciare fermo uno stabilimento solo perchè si vendono meno biscotti. Riuscireste a dimostrare il contrario? Grazie ancora cmq per il servizio

  • neper

    La differenza di prezzo non e irrisoria ma……il solo fatto che le etichette riportino gli stessi ingredienti non ci da assicurazioni che questi di base siano di pari qualita.,,,anzi non lo sono gia dalle etichette: i grassi idrogenati non uccidini ma fanno si, a livello nutriziaonale che pure essendo di origine vegetale siano “nocivi” come quelli animali…e non e roba da poco.C’è da dire ad onor del vero che anche i grassi “non idrogenati” un po lo sono sempre per via del processo che porta degli olii vegetali a solidificare e diventare “grassi”. Molti biscottifici lavorano prodotti “a marchio” della grande distribuzione oltre al proprio marchio, di nuovo le materie prime gli ingredienti base fanno la qualità del prodotto……o cio vale solo per magliette, jeans, scarpe e telefonini?

  • Davide

    La fa facile… lui! Ma va va, che questa informazione è destinata ai CONSUMATORI, non certo a chi lavora ed opera nel settore che per forza di cose, certe cose DEVE saperle. Non dici nulla di nuovo, se non sottolineare un ridondante messaggio che ORMAI appare chiaro e forte per le grosse distribuzioni e per le partnership di prodotti che, vengono commercializzate invece con una marca differente per inginocchiare la concorrenza.

    Fonte: l’ovvio

  • alessandra

    Qualità…questa sconosciuta!
    E chi ci garantisce che le materie prime della Balocco siano migliori di quelle usate per Realforno?